Piera Dolza, una storia da raccontare

Secondo una vecchia leggenda che si racconta nella zona, attorno al 1600 nella frazione Ciser di Fregona, ai piedi del Monte Pizzoc, un intraprendente agricoltore trovò il modo di far maturare l'uva, che per le condizioni atmosferiche avverse non era riuscita a maturare nella vigna, appendendola alle travi del granaio.

L'uva, durante l'inverno, appassendo divenne dolce e il nostro agricoltore fu costretto a spremerla con il torchio nella successiva primavera ottenendo così il mosto che mise a fermentare in piccole botticelle.

Da allora il Torchiato, vino "della festa", viene prodotto da tutte le famiglie contadine del Comune di Fregona, che si tramandano, di generazione in generazione, le tradizionali tecniche e le attrezzature necessarie per ottenere questo dolcissimo vino passito che, con orgoglio, presentano poi all'assaggio in occasione della mostra che si effettua l'ultima settimana di aprile di ogni anno. Il Torchiato di Fregona Piera Dolza, goccie di storia e tradizione tutte da raccontare.




Cantina Produttori Fregona s.c.a. • P.IVA 0455 1300264
MAIL
Cookies&Privacy
VINO
Disciplinare
La storia
I caratteri organolettici
PRODUZIONE
Le uve del Torchiato
La vendemmia
L'appassimento
La torchiatura
L'affinamento
COOPERATIVA
I soci
TERRITORIO
Area di produzione
I paesaggi di Fregona
Vieni a Fregona
CONTATTI
News